Seconda legge biologica

La bifasicità del processo sbs.

(speciale biologico sensato)

Questa seconda legge viene definita bifasica poiché si articola in due fasi distinte.

La prima è la fase attiva, definita simpaticotonica, inizia dal momento della DHS fino alla CL (per CL si intende Conflittolisi, cioè fine del conflitto che sopravviene quando il problema è stato risolto). La seconda fase o fase di soluzione, è vagotonica e si svolge dalla CL fino alla fine del processo preparando il ritorno alla normalizzazione.

Automaticamente il sistema entra in allarme, si attiva in modo che io sia sveglio ,scattante, reattivo.
In particolare poi si attiverà anche quell’organo la cui funzione sarebbe la più adeguata biologicamente a far fronte al problema in base a come si è vissuto l’evento.

La mia emozione, il tessuto dell’organo attivato e il relè cerebrale che lo innerva, resteranno in una fase di attivazione finché il problema permane.
Quando questo poi si risolve, si avrà uno “scioglimento”, momento in cui il sistema entrerà nella seconda fase, quella vagotonica e riparativa, per riportare l’intero sistema a normalizzazione.
Anche in questa seconda fase i tre livelli si muovono insieme: a livello emotivo, non si pensa più al problema; a livello cerebrale e organico i tessuti riparano.

Questo sarà vero a due condizioni: – che si arrivi a soluzione del problema; – che non ci siano recidive durante la fase di riparazione altrimenti la curva modificherà il suo andamento riattivandosi, tornando cioè in fase attiva.
La normale curva neurovegetativa prevede le due fasi e gli organi che compongono il nostro corpo hanno tutti una doppia innervazione, simpatica e parasimpatica, con la loro specifica funzione: il sistema simpatico ci permette di essere svegli, attivi e di reagire alle situazioni di pericolo con la risposta biologica di lotta o fuga.
Il sistema parasimpatico al contrario, è quello che ci permette di riposare, di recuperare e ristrutturare, ci fa sentire rilassati o stanchi.

– Prima Fase o Fase attiva: dalla DHS alla PCL A partire dalla DHS questo normale ritmo di alternanza tra la fase simpaticotonica e quella vagotonica viene interrotto, ed entriamo nella prima fase del programma SBS, definita di simpaticotonia permanente.

E’ una fase fredda, caratterizzata da forte tensione e attività, restringimento dei vasi sanguigni, aumento del ritmo respiratorio, insonnia, poco o nessun appetito, nessun dolore o febbre. Emotivamente si è costantemente focalizzati sul problema.

– Seconda Fase o fase vagotonica di riparazione: dalla Pcl (post conflittolisi) alla normalizzazione, attraverso due fasi PclA e PclB La seconda fase si presenta quando si è risolto il problema. Un’emergenza può risolversi in tanti modi: perché ottengo quello che mi necessitava; oppure perché l’ho perso definitivamente e quindi non ci sono più le premesse per mantenere attivo il programma; oppure perché non mi interessa più e mi occupo d’altro.

Come è inaspettata la DHS anche la soluzione, praticamente, arriverà in modo inaspettato. Si possono certamente creare le premesse affinché il problema si risolva, ma la soluzione sarà anch’essa inaspettata e biologica:si sentirà di pancia una profonda e intima sensazione di “tutto a posto”.

La fase vagotonica è una fase calda, espansiva, caratterizzata da forte stanchezza, dolore, gonfiore, dilatazione dei vasi, rallentamento del ritmo respiratorio, maggiore appetito, febbre.
Al contrario della fase attiva, i sintomi nella fase di riparazione sono evidenti.

E’ proprio in questa fase che si manifesta la maggior parte dei sintomi .
PclA: la prima fase di riparazione è una fase espansiva. Le aree che stanno riparando saranno gonfie, edemizzate, allo scopo di dare spazio e nutrimento alle cellule che stanno lavorando.

E’ questa la fase più impegnativa con i dolori e fastidi più forti.
Pur essendo la fase dove la febbre si manifesta in modo più evidente, la persona non suda e urina poco.

A causa di questo impulso espansivo del corpo, i farmaci avranno poco effetto, non riusciranno a contenere il dolore e se dovessero dare un po’ di sollievo, questo durerà per un tempo molto breve. La pulsione del corpo a riparare è molto più forte del farmaco. PclB: la seconda fase di riparazione è cicatriziale, i liquidi trattenuti negli organi e negli edemi cerebrali vengono espulsi tramite il sudore e l’urina.

La febbre si normalizza e, grazie all’espulsione degli edemi, anche i dolori e i disturbi si riducono sino a scomparire.
Sempre che non si facciano recidive nel frattempo.
Se si assumono farmaci in questa fase, questi agiranno subito e per un tempo più lungo. Tra le due fasi PclA e PclB, c’è un momento particolare che il dr. Hamer definisce come Crisi Epilettoide(CE) che costituisce il giro di boa del corpo per tornare alla normalizzazione.
Questo momento è un breve e intenso picco simpaticotonico, molto più acuto di quello della fase attiva.

I sintomi che si possono presentare in questo particolare momento, sono diversi in base a quale tessuto sta reagendo e possono essere: lo starnuto, il vomito, la colica, il crampo muscolare, la crisi epilettica.

Queste crisi passano per lo più inosservate o con piccoli disagi. La curva ideale (bifasica) e la curva abituale (recidivante) La curva del programma SBS si definisce bifasica, quando è monociclica, quando cioè il suo svolgimento è lineare: c’è un’attivazione seguita dalla conseguente fase di riparazione.

Purtroppo le curve monocicliche per noi umani, sono molto rare. Appartengono perlopiù al mondo animale, mentre gli esseri umani, come gli animali domestici, non rispondono quasi mai agli eventi inaspettati con questa semplicità che prevede un inizio, uno svolgimento e una fine. Riassumendo: la curva bifasica di un programma SBS inizia da un evento inaspettato e acuto (DHS).

In seguito abbiamo la fase di attivazione (FA) normalmente asintomatica, che termina con la soluzione del problema definita conflittolisi (CL). A quel punto inizia la prima parte della fase di riparazione nei tessuti (PclA) che è espansiva e dolorosa, che termina con la crisi epilettoide (C.E.).

Questo picco di simpaticotonia, rappresenta la virata alla seconda fase di riparazione (PclB) o fase di cicatrizzazione, dove vengono espulsi gli edemi e il dolore si esaurisce. Il programma termina infine con il ritorno alla normalità.

www.creatoredispazi.it – Ringrazio in modo particolare e sentito Simona Cella, date un occhiata al suo sito dove e’ scaricabile gratuitamente la dispensa 5 leggi biologiche, dalla quale ho preso un sacco di spunti…

www.formazione5lb.eu – Ringrazio Marco Pfister, per tutto quello che mi ha insegnato fino a oggi, la formazione che propone e’ un serio e professionale percorso, riguardante la materia e non solo…

Docenti di riferimento in Liguria: docenti.5lb.eu/2016/07/corsi-5LeggiBiologiche-Liguria.html

Vuoi approfondire la conoscenza delle 5 leggi biologiche?

Richiedi un appuntamento.

Nome

Email (richiesto)

Telefono

Il tuo messaggio